logo_iforBANDO DI CONCORSO PER L’AMMISSIONE for.ma.
AL MASTER IN MEDIAZIONE CULTURALE ED INTERCULTURALE
Sede di Matera e sede di Potenza

MulticulturalismOBIETTIVI
La figura del mediatore culturale ed interculturale svolge un importante ruolo di collegamento tra i modelli culturali di provenienza degli immigrati e quelli della realtà ospitante. Favorisce l’inserimento degli immigrati mediante la realizzazione delle pari opportunità di accesso dei cittadini stranieri nei differenti ambiti sociali facilitando l’accesso dell’utente straniero ai servizi, sia pubblici sia privati. Ha il compito di formare ed informare gli operatori dei servizi per renderli più consapevoli in merito ad abitudini e codici comportamentali a cui l’utente straniero fa riferimento.

Promuove l’integrazione socio-economica e la cultura dell’accoglienza, la pratica dei diritti e doveri vigenti in Italia ed opera in tutte le situazioni di difficoltà tra persone di culture diverse.
Il Master mira a formare figure professionali specializzate nell’area della mediazione interculturale e delle relazioni tra culture che siano in grado di operare con competenze e capacità metodologiche nei settori educativi e sociali.
Obiettivo principale è formare inoltre dei professionisti che possano svolgere azioni educative di sensibilizzazione culturale, acquisire elevate competenze linguistiche ed una approfondita preparazione nelle tecniche della comunicazione translinguistica orale. Svilupperà infine competenze sulle dinamiche storiche dei processi migratori, sulle tecniche di progettazione di interventi e sulle caratteristiche della presenza di immigrati nel territorio di riferimento.

DESTINATARI
Possono accedere al Master tutti coloro che sono in possesso di una Laurea Triennale, Magistrale o Specialistica nel settore delle Scienze Umane (scienze della formazione, psicologia, sociologia, operatore dei servizi sociali)

  • NUMERO ALLIEVI :20 ALLIEVI
  • DURATA DEL MASTER: 900 ore
  • COSTO: € 10.000,00
  • PRESENTAZIONE DOMANDE DI AMMISSIONE: entro il 28 Marzo 2017
  • INIZIO MASTER: 27 Aprile 2017 – TERMINE MASTER: 31 Gennaio 2018
  • VOUCHER Regione Basilicata:
    Per i laureati residenti in Basilicata è possibile accedere ai finanziamenti Regionali, a copertura dei costi di iscrizione e frequenza, secondo le modalità previste dall’Avviso Pubblico:

    “Concessione di contributi per la partecipazione a MASTER NON UNIVERSITARI in Italia e all’Estero”. Inoltre è previsto un contributo forfetario per il rimborso viaggi.

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

  • Attività d’aula: 400 ore
  • Stage: 350 ore
  • Project work e prova finale: 150 ore

Il Master è strutturato in 16 moduli formativi suddivisi in 6-8 ore di docenza giornaliera. Al fine di verificare il grado di apprendimento dei partecipanti, durante lo svolgimento del Master, sono previste delle prove in itinere in corrispondenza della conclusione di ciascun modulo didattico e una prova finale.

SELEZIONE
E’ prevista una fase selettiva consistente in un test attitudinale e in un colloquio finalizzati ad accertare le potenzialità, le attitudini e motivazioni dei candidati.

PERCORSO FORMATIVO

Il percorso formativo prevede i seguenti moduli didattici:

Modulo 1. Il mediatore culturale ed interculturale (24 ore)

  • Il ruolo del mediatore culturale ed interculturale
  • Deontologia professionale
  • Evoluzione della figura professionale
  • Ambiti di intervento del mediatore
  • Normativa sulla privacy

Modulo 2. Analisi dei bisogni e delle risorse dell’immigrato (24 ore)

  • Analisi dei bisogni e dei disagi sociali
  • Fenomeni e dinamiche storiche dei processi migratori
  • Aspetti antropologici e sociologici delle migrazioni
  • Elementi di geografia umana e delle popolazioni
  • Ruolo della cooperazione internazionale allo sviluppo
  • Caratteristiche della presenza di immigrati nel territorio di riferimento

Modulo 3. Etnopsicologia (30 ore)

  • Antropologia della contemporaneità
  • Psichiatria e Psicologia transculturale
  • L’estetica del diverso
  • Lo sviluppo e la gestione sociale del Sé migrante
  • La Psicologia Sociale dei processi comunicativi
  • La Psicologia relazionale
  • Pedagogia interculturale

Modulo 4. La comunicazione multiculturale (30 ore)

  • Psicologia della comunicazione
  • Tecniche di base della comunicazione: verbale e non verbale
  • La gestione dei colloqui
  • Metodi e tecniche del colloquio di aiuto
  • Il conflitto: mediazione e gestione interculturale
  • Tecniche di progettazione di un intervento e sviluppo di comunità

Modulo 5. Orientamento ai servizi (30 ore)

  • Organizzazione e funzionamento dei servizi: modelli e strutture
  • La normativa sull’immigrazione
  • Principi legislativi del diritto internazionale comunitario e nazionale sulla tutela dei diritti umani
  • Elementi di diritto del lavoro e di sicurezza sociale
  • Elementi di diritto di famiglia

Modulo 6. Filosofia delle religioni (24 ore)

  • Pluralismo religioso
  • Elementi di Storia delle Religioni: i testi sacri
  • Cristianesimo, Musulmanesimo, Islamismo, Induismo e Buddismo

Modulo 7. Alimentazione e nutrizione etnica (18 ore)

  • Regimi alimentari e nutrizionali etnici
  • Cucina etnica e tradizioni alimentari
  • Stili alimentari delle popolazioni del sud del mondo
  • Alimenti sacri e divieti alimentari
  • Sincretismo alimentare

Modulo 8. La mediazione per i MSNA (24 ore)

  • L’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati (MSNA)
  • MSNA e le azioni a loro tutela
  • Metodologie e strumenti per facilitare l’inclusione sociale dei MSNA
  • Pedagogia delle mediazione sociale

Modulo 9. Tecniche di mediazione linguistica e culturale (24 ore)

  • Strumenti per l’inclusione sociale, lavorativa e scolastica
  • L’approccio multimodale integrato
  • Progettare interventi di inclusione per MSNA
  • Counseling interculturale

Modulo 10. Intermediazione linguistica: Inglese (42 ore)

  • Reading Comprehension
  • Social Interaction and Use of English
  • Writing
  • Listening
  • Speaking (production and Interaction)
  • Elementi di cultura orientali e mediorientali delle popolazioni anglofone

Modulo 11. Intermediazione linguistica: Francese (30 ore)

  • Lingua Francese
  • Elementi di cultura orientali e mediorientali delle popolazioni francofone

Modulo 12. Intermediazione linguistica: Arabo (30 ore)

  • Lingua araba
  • Plurigossia linguistica
  • La cultura islamica e marocchina
  • Elementi di cultura orientali e mediorientali delle popolazioni arabe

Modulo 13. Informatica (30 ore)

  • Siti e fonti in rete
  • L’utilizzo ottimale degli strumenti informativi
  • Metodologie di ricerca
  • Accesso a glossari multilingue

Modulo 14. Studio di casi (40 ore)

  • La progettazione di interventi sociali
  • Dall’idea al progetto realizzato
  • Analisi della documentazione
  • Sviluppo di un progetto
  • Presentazione e discussione dei risultati

Modulo 15. Stage (350 ore) in cui è prevista una full immersion nelle attività delle proprie dell’azienda ospitante per mettere in pratica e consolidare “on the job” quanto appreso nella fase d’aula. L’organizzazione della fase di stage viene definita e personalizzata secondo le esigenze e le attitudini di ciascun allievo al fine di valorizzare le vocazioni professionali e gli skills emersi durante l’attività didattica in aula. Tale periodo di stage potrà svolgersi presso imprese private ed enti pubblici, scuole ed associazioni.

Modulo 16. Project work e prova finale (150 ore) in cui i partecipanti dovranno redigere una tesina su un argomento a scelta, oggetto del corso, che sarà discussa nella prova finale.

METODOLOGIA DIDATTICA
Per rispondere ai diversi stili di apprendimento dei partecipanti in formazione si utilizzeranno una gamma molto ampia di metodologie didattiche, rinnovate periodicamente anche sulla base delle novità in campo scientifico e pedagogico. Un vero e proprio ventaglio di metodologie, alle quali i docenti/formatori potranno attingere per la programmazione delle loro attività. A questo proposito saranno utilizzate: Lezioni frontali, Esercitazioni individuali, Apprendimento cooperativo, Role playing, Approcci metacognitivi, Problem solving, Studi di caso, Brain-storming,  Learning by doing e  Project Work.

 FREQUENZA
La frequenza minima prevista è paro all’80% del monte ore complessivo ed è obbligatoria in tutte le attività didattiche previste, compreso lo stage.

CORPO DOCENTE E TUTOR
Il corpo docente è di alto profilo, formato da professionisti, docenti universitari, esperti, consulenti, che operano nel campo della mediazione culturale ed interculturale. E’ prevista la presenza di tutor a supporto dell’attività didattica.

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO
Il Comitato Tecnico Scientifico è formato da tre docenti esperti qualificati nell’ambito della mediazione culturale ed interculturale.

PARTNERS E STAGE

  • OSSERVATORIO MIGRANTI BASILICATA – Matera, Via Lucana 335
  • OMNIA MENTIS, Centro Studi e Formazione di Promozione Sociale – Matera, Via Roma 76/B
  • ISKRA Cooperativa Sociale – Marsicovetere (PZ), Via P.F. Campanile,31

SBOCCHI LAVORATIVI

Il mediatore culturale ed interculturale presta la propria opera

  • Presso strutture e servizi, sia pubblici che privati (ASL, ospedali, consultori, scuole, centri di accoglienza, servizi socio assistenziali, carceri, uffici pubblici sia statali che dell’amministrazione locale, ecc.)
  • Presso le aziende nelle aree attinenti a: commercio, risorse umane, marketing e comunicazione. Inoltre collabora in qualità di consulente con gli operatori dei servizi pubblici e privati affiancandoli nello svolgimento delle loro attività e partecipando alla programmazione degli interventi al fine di garantirne l’efficacia.

PLACEMENT
L’attività di Placement  è uno strumento altamente qualificato di gestione del  percorso professionale che, tramite precise metodologie (informazione, consulenza orientativa, accompagnamento e counseling d’orientamento), accompagna i corsisti nell’attività di autovalutazione e  qualificazione, favorendo significativamente l’inserimento professionale. Il servizio di Placement rientra tra i servizi offerti a supporto dei corsisti, offre ai corsisti la possibilità di coniugare il percorso di studi effettuato con le richieste provenienti dal mercato del lavoro locale, nazionale ed internazionale, attraverso la segnalazione di offerte di lavoro, grazie ad un rapporto quotidiano, costante e sistematico con le realtà occupazionali/aziendali presenti sul territorio.

MATERIALE DIDATTICO
Kit Didattico

 CERTIFICAZIONI
Ai partecipanti che avranno frequentato almeno l’80% delle lezioni, sarà rilasciato un Diploma di Master in Mediazione Culturale ed Interculturale, una Certificazione Eipass e una Certificazione in lingua inglese B2.

ACCREDITAMENTI
L’IFOR è un Ente accreditato dalla Regione Basilicata con D.G.R. n. 2587/2002; D.G.R. n. 574/2010 e D.D. n. 1241/2010, per la formazione, Formazione continua e Formazione superiore.

L’IFOR è accreditato ai sensi della Direttiva n. 90/2003 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) per la formazione del personale della scuola.
L’IFOR ha conseguito le certificazioni di qualità ISO 9001:2008 e UNI ISO 29990:2011 per l’erogazione dei corsi di formazione, rilasciate da un Organismo di Certificazione Internazionale accreditato UKAS e ACS Registrars.

SEGRETERIA STUDENTI
Per Info. rivolgersi alla Segreteria Master:

  • SEDE di MATERA dell’IFOR: 0835/334809 – Cell. 347/3964719 o inviando una mail all’indirizzo iformt@gmail.com o recandosi presso la sede in Via P. Vena, 66/C Matera – dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.30.
  • SEDE di POTENZA di FOR.MA. Tel. e fax 0971/472156 – Cell. 338/8023044 o inviando una mail all’indirizzo for.ma@virgilio.it o recandosi presso la sede in Via Dell’Edilizia, 13 Potenza – dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00

REFERENTE MASTER

  • SEDE di MATERA: Dott.ssa Michela Tricarico 0835/334809 – Cell. 347/3964719
  • SEDE DI POTENZA: Dott. Pepe Canio 0971/472156 – Cell. 338/8023044

pdf   SCARICA LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE


pdf   REQUISITI DI AMMISSIONE AL MASTER

marzo 3, 2017